Contattaci: 0812396508 Email: info@chrivilens.it CHRIVILENS OTTICA FALANGA, Viale Augusto 101/A, Napoli

SCELTA DELLE LENTI

SCELTA DELLE LENTI

In passato le lenti per occhialeria erano prodotte in vetro “ordinario”, detto vetro minerale; oggi, anche grazie alle vigenti norme per la sicurezza, circa 80% delle lenti sono in materiale plastico (lente organica). I vantaggi principali delle lenti organiche sono l’infrangibilità e la leggerezza rispetto al vetro minerale. Per ottenere lenti molto sottili, anche in casi di elevati poteri, si utilizzano materiali con un alto indice di rifrazione.    

Il valore che determina quanto una lente può riflettere la luce, si chiama indice di rifrazione. Questo valore è molto importante se avete bisogno di lenti con poteri molto elevati in quanto permette di ottenere, rispettando la qualità ottica, spessori molto più bassi.    

Poichè la vostra visione è unica, anche i vostri occhiali devono essere unici. Questi vengono prodotti verificando la correzione di cui hanno bisogno i vostri occhi, che le lenti siano adatte alla montatura scelta e che rispettino il vostro stile di vita.    

Il mercato offre tre diversi tipi di materiai per la produzione delle lenti :

VETRO è il materiale con cui sono stati realizzati i primi occhiali; 

  • vantaggi: chiarezza ottica
  • svantaggi: peso e fragilità

CR39 inizialmente ottenute da un polimero denominato CR-39 (Columbia Resin 39), queste lenti sono attualmente le più utilizzate per la produzione di occhiali

  • vantaggi: leggerezza, ottime proprietà ottiche 
  • svantaggi: materiale abbastanza morbido e maggiormente soggetto ai graffi, ecco perchè in genere si trattano con indurente per prevenire graffi e segni sulle superfici

POLICARBONATO Materiale termoplastico in origine utilizzato per realizzare superfici trasparenti protettive nel settore aeronautico. Grazie alle sue proprietà intrinseche, il policarbonato è ora considerato un materiale ottimale anche per la produzione di lenti per occhiali soprattutto per soggetti più irrequieti, è infatti il materiale indicato per junior e teenagers.

  • vantaggi: fino a 10 volte più resistente agli urti del CR-39, più leggero e sottile, ha come proprietà intrinseca la protezione dei raggi ultravioletti.
  • svantaggi: materiale soggetto ai graffi, ecco perchè in genere si trattano con indurente per prevenire graffi e segni sulle superfici

SCELTA DELLA TECNOLOGIA

Ogni difetto visivo ha vari modi di risoluzione; ciò dipende non solo dal difetto visivo in sè, ma soprattutto dalle nostre abitudini e necessità lavorative e dalle aspettative visive.

La tecnologia ha fatto passi da gigante non solo per donarci smarthphone e tv in superhd, ma anche in ambito oftalmico, donandoci sul mercato lenti ad altissima definizione e riduzione di tutti gli effetti di distorsione dell’immagine che il mezzo ottico (lente ad occhiale) lasciava come residuo.

La nostra storia è ancora saldamente ancorata alle lenti monofocali su cui vi è un unico potere diottrico, che consente una visione puntuale in funzione del difetto visivo.

Le lenti monofocali possono correggere 

MIOPIA L’occhio miope mette a fuoco la luce davanti alla retina, la lente di potere negativo, ripristina la visione da lontano portando il punto focale sulla retina.

IPERMETROPIA L’occhio ipermetrope mette a fuoco la luce dietro alla retina, la lente di potere positivo, ripristina la visione da vicino portando il punto focale sulla retina.

ASTIGMATISMO  L’occhio astigmatico ha un difetto di rifrazione dovuto alla forma non perfettamente sferica della cornea. L’astigmatismo è il risultato di una diversa rifrazione lungo gli assi, per correggerlo si utilizza una lente cilindrica.

PRESBIOPIA  Quando leggere, navigare sullo smarthphone o svolgere attività che richiedono una visione ravvicinata diventa più difficile (in genere superato i 40 anni), serve una correzione specifica per aiutare la messa a fuoco alla distanza ravvicinata. La prima scelta in termini di velocità è la lente Monofocale, che rappresenta tuttavia degli svantaggi in quanto la presbiopia ha bisogno (col suo progredire) di una gradazione diversa a secondo se si osserva un oggetto a distanza ravvicinata, piuttosto che intermedia o lontana. Per superare queste difficoltà nel 1951 sono state inventate le lenti progressive e prodotto per la prima volta da Essilor.

Negli ultimi anni la lente monofocale è stata protagonista di una importante innovazione, con la creazione delle MONOFOCALI EVOLUTE.

EYEZEN BOOST

Affaticato dallo Smart Working? Eyezen Boost rilassa i tuoi occhi e li protegge dalla luce blu Viola dei videoterminali grazie ad EyeProtectSystem e Crizal Prevencia! Richiedi il meglio per la salute dei tuoi occhi, anche in PROMO WOW scrivi qui o contattaci allo 08123965080 anche whatsup 3200503609

Pubblicato da Chrivilens Ottica Falanga su Martedì 26 maggio 2020
Open chat